Centro Prelievi Cannero. Veronica ci racconta

Pubblicato il: 21.09.2012

Veronica, l’infermiera professionale del Punto Prelievi Cannero ci racconta:

Da Marzo 2012 i residenti di Cannero Riviera possono accedere ad un nuovo servizio sanitario: il punto prelievi.
Il centro prelievi nasce come sede distaccata del Centro Polifunzionale Medicina Attiva di Cannobio, al fine di agevolarne l'accesso alla cittadinanza tutta e soprattutto delle persone anziane, o nei confronti di coloro che sono costretti da patologie o terapie farmacologiche a controlli ematici frequenti.

Il punto prelievi è aperto tutti i mercoledì dalle 8.00 alle 9.30 ed è sito presso l'ambulatorio medico di Cannero in via Orsi, 1d. Afferendo al servizio troverete ad accogliervi il dott. Squillace e l'infermiera Veronica. Per poter accedere alla prestazione è sufficiente recarsi con impegnativa del proprio medico curante al Centro Polifunzionale di Cannobio, o in alternativa per agevolare ulteriormente la cittadinanza le prenotazioni vengono effettuate direttamente dal medico di famiglia; all’utente basterà prenotarsi per il servizio prelievi presso l’ambulatorio di Cannero. Il ritiro dei referti si divide in due gruppi: gli esenti dal pagamento del ticket sanitario, circa l'80% dei casi, e i pazienti a cui spetta; infatti, il pagamento del ticket può avvenire solo a Cannobio. Ai pazienti esenti, invece, sarà sufficiente recarsi dal proprio medico curante che consegnerà i risultati dei prelievi ematici durante gli orari ambulatoriali.
In condizioni cliniche particolari, secondo indicazioni del medico curante e in stretta collaborazione con il Servizio Infermieristico Domiciliare dell'A.S.L. è possibile eseguire il prelievo ematico presso l'abitazione del paziente.
Il servizio è pensato per accogliere 25 pazienti a seduta e dalla data di apertura ad oggi sono stati effettuati più di 250 prelievi ematici. Il sangue viene trasportato da personale preposto al Laboratorio dell'A.S.L. V.C.O. .

A sei mesi dall'apertura la popolazione si definisce soddisfatta in quanto si è semplificato notevolmente l’iter burocratico di accesso e si sono ridotti gli spostamenti che soprattutto nelle persone anziane risultano complicati e stancanti.




TORNA ALL'ELENCO NEWS