Tra i paesi della Cannobina la solidarietà viaggia in pulmino

Pubblicato il: 20/02/2013

Terminata la raccolta fondi per acquistare il mezzo che permetterà di raggiungere i servizi sanitari di Cannobio.

Beatrice Archesso

Sono stati raccolti 29.548,81 euro per acquistare un pulmino che colleghi la val Cannobina a Cannobio al fine di rendere i servizi sanitari più accessibili: si è conclusa l’iniziativa “Fai circolare la solidarietà” promossa dalla Fondazione Comunità Attiva.

In due mesi, gli scorsi novembre e dicembre, è stata raccolta la cifra grazie alla “Cena del cervo” di Trarego (8.500 euro), ai contributi delle Fondazioni Comunitaria del Vco e Banca popolare di Intra (ciascuna con 5.000 euro) e al sostegno delle associazioni locali: quanto raccolto servirà per comprare un pulmino a nove posti che colleghi i quattro comuni della valle Cannobina e Trarego Viggiona ai centri di servizi socio sanitari e assistenzialidi Cannobio. Tra questi ci sono il punto prelievi, il centro per le visite specialistiche, l’Opera Pia Uccelli per la riabilitazione e gli sportelli Caf per le consulenze pensionistiche: il mezzo, atteso entro un mese, servirà anche per eventuali approvvigionamenti di generi di prima necessità vista la mancanza di negozi alimentari in valle. “Sarà stabilito un calendario fisso, con giorni precisi in cui il pulmino fermerà nel dato Comune, così chi non ha la macchina potrà scendere a Cannobio a fare le visite e risalire, magari dopo aver fatto anche la spesa” conclude il sindaco di Cannobio Giandomenico Albertella.

Articolo pubblicato su "La Stampa"




TORNA ALL'ELENCO NEWS