Historia magistra vitae

Pubblicato il: 05.11.2009

La storia è maestra di vita, perché il presente si può comprendere con la conoscenza del passato e oggi la Fondazione Comunità Attiva è la meta di un lungo percorso caratterizzato da tappe fondamentali per la crescita del valore della “prossimità” al bisogno.
La “prossimità” al bisogno, l’attenzione a quella fascia di popolazione più debole, la par...tecipazione attiva della comunità, la valorizzazione delle risorse umane, la sinergia tra EELL, ASL, Consorzio, sono i valori fondanti delle finalità statutarie della Fondazione Comunità Attiva.
La Fondazione Comunità Attiva è lo strumento per una operatività sinergica che facilita l’analisi del bisogno, la presa in carico di questo nell’unità di tempo e di spazio.
Ma quali sono stati le tappe fondamentali che hanno fatto crescere in ogni attore del territorio la consapevolezza che solo la condivisione di un modello gestionale può dare continuità e sviluppo a un modello organizzativo del sistema delle cure primarie?

18/12/1999
Convegno Anziani Oggi e pubblicazione degli atti del convegno:
"Analisi di bisogni della popolazione anziana della Valle Cannobina”

18/02/2000
Prima sperimentazione di un progetto di collaborazione tra medici di famiglia e pediatra di libera scelta, promosso dalla Comunità Montana Valle Cannobina in sinergia con l’ASL

11/11/2000
Convegno di presentazione

Progetto TeleAMICO:…non solo un telesoccorso

14/03/2003
Approvazione e finanziamento del Progetto di rete degli ambulatori della Valle Cannobina ed

invio dei referti per via telematica, promosso dalla Comunità Montana Valle Cannobina .

25/10/2003
Convegno:
“Per una sanità più vicina alla persona”

12/12/2003
Presentazione alla Conferenza dei servizi dell’ASL VCO del Progetto sperimentale: Centro Polifunzionale e Rete Wirless: punto di incontro tra medici di famiglia, ASL, EELL, Consorzio.

13/12/2003
Convegno:
“Oltre le cure” e
inaugurazione del Centro Polifunzionale Medicina Attiva “dott. F.Fasana”

01/07/2004
Presso il Centro Polifuzionale quale presidio territoriale di assistenza primaria si erogano attività sanitarie specialistiche in regime di convenzione con l’ASL


22/09/2005
L’assessore regionale alla sanità Mario Valpreda visita il Centro polifunzionale Medicina Attiva

Gennaio-Maggio 2006
In collaborazione con la Neurologia di Domodossola partecipazione al progetto di prevenzione delle malattie cerebro-vascolari

02/03/2006
Il modello organizzativo e coordinato del Centro polifunzionale Medicina Attiva viene presentato a Torino in seno alla commissione incaricata per la stesura del Piano Sanitario Regionale

24/11/2006
Serata di educazione sanitaria sull’osteoporosi

14/03/2007
Serata di educazione sanitaria sul Diabete e attivazione del gruppo di educazione terapeutica

27/03/2007
Presentazione al Convegno:”La Casa della Salute”

17/05/2007
In gioco… per gli altri e presentazione dell’auto medica, donata dalla comunità

10/10/2007
L’assessore regionale alla sanità Eleonora Artesio visita il Centro Polifunzionale Medicina Attiva

18/4/2008 17/05/2008
Maratona di generosità per un “ecografo al Centro di Cannobio”
E poi in questo ultimo anno il percorso condiviso verso la costituzione della Fondazione Comunità Attiva: un modello innovativo gestionale per il sostegno al sistema delle cure primarie e per seminare i valori fondanti di una comunità: la solidarietà e la sussidiarietà

“Il futuro appartiene a coloro che credono alla bellezza dei propri sogni”!

E questo sogno è stato possibile grazie alla FONDAZIONE BANCA DI INTRA che anche oggi è fedele al bellissimo slogan “dà valore ai valori del territorio”.

E permettetemi ancora di citare una frase di Torelli, diventato uno slogan bellissimo urlato dai bambini in occasione della festa, promosso dalla scuola: “In gioco…per gli altri” del 17 maggio 2007

“Se molti uomini di poco conto
in molti posti di poco conto
facessero cose di poco conto
la faccia della terra della terra
potrebbe cambiare”

 

 




TORNA ALL'ELENCO NEWS